Seconda convention internazionale di Tecnologies di Frontiera: un breve resoconto   

di A. Autino 

xxxx 

 

La seconda convention internazionale di Tecnologie di Frontiera si è tenuta a Belgirate, il 7 di giugno ed è stato un grande evento, nonostante l'organizzazione insufficiente. È stato, inoltre, un incontro molto proficuo, che ha potuto decidere tutto quanto era stato pianificato. 

La qualità del simposio è stata eccellente. I paper presentati da Patrick Collins e da Marco Bernasconi sono definitivamente il massimo che io abbia mai sentito, quanto a ricchezza di dati, idee, analisi economica e sociale ed anche approccio culturale, in merito alla colonizzazione della Luna ed all’insediamento umano nello spazio vicino alla Terra. 

La presentazione di Vincenzo Zappalà è stata molto interessante e professorale: mi ha dato una prospettiva nuova del nostro Sistema Solare, come un organismo che vive e respira, con molti materiali che circolano dentro e fuori l'interfaccia del sistema interno. Questo è dovuto al lavoro instancabile del vecchio padre Giove, che assesta continuamente sonori calcioni agli asteroidi. Tale attività fa sì che sempre nuovi asteroidi, dalla cintura situata tra Marte e Giove stesso, attraversinio l'orbita del nostro pianeta, in modo che noi possiamo prenderli ed utilizzarne le risorse per costruire un nuovo Olympo, nella regione dello spazio Geo-lunare! Sapevo già che il padre Giove agiva come un portiere, catturando i grandi oggetti grazie alla propria forte gravità, impedendo così che penetrino nel sistema interno, causando grandi disastri. Pensiamo quello che sarebbe potuto essere l'impatto della cometa Shoemaker Levy sulla Terra. Ma, grazie al padre Giove, essa ha colpito lo stesso Giove, e non la Terra! Ma non immaginavo che giocasse anche come centravanti, calciando asteroidi nella... rete del sistema solare interno! (Io non sono un tifoso di calcio, ma qui il paragone è dovuto (:-)). Michael Martin-Smith ci ha dato una visione millenaria dell’astronautica, ed un termine di paragone: gli antichi Egizi furono capaci di un enorme sforzo collettivo. Più di 3000 anni fa costruirono l’indistruttibile testimonianza del loro genio visionario. Piero Galeotti ci ha dato informazioni molto interessanti sui pianeti recentemente scoperti in sistemi solari diversi dal nostro. Qualcosa che dovremmo prendere in considerazione, mentre ci accingiamo a colonizzare il nostro Sistema Solare, per impostare nuove mete, per i prossimi secoli e millenni. Roberto Somma ha parlato di una prospettiva molto interessante, del possibile uso di tunnel lavici per costruire habitat sulla Luna. Qui potete scaricare tutti i paper in versione pdf. La scuola di Manga J-Wings ha portato disegni molto belli ed ispirati, concepiti espressamente per la nostra convention. Nelle prossime settimane saranno on-line, così potremo goderceli. Il tempo è stato piovoso, quindi non abbiamo potuto usare i telescopi. Comunque, di sera, grazie a Vincenzo Zappalà ed i suoi amici produttori di vino, abbiamo potuto assaggiare molti eccellenti vini piemontesi, e questo ci ha aiutato ad avere tante belle idee! 

È stato un grande piacere lavorare con tutti i partecipanti, ela discussione ha confermato che i nostri obiettivi ed i nostri ideali sono molto condivisi: questo fatto mi ha comunicato un sentimento che non sono probabilmente capace di comunicare a quanti non erano presenti. Comunque, i presenti hanno condiviso il sentimento preciso, che qualcosa di molto importante è successo in Belgirate, il 7 di giugno. 

Tutti paper sono ora on-line su TDF. Questa raccolta di documenti costituisce anche la prima base teorica della Fondazione dell'Accademia del Rinascimento Spaziale, che è stata decisa dalla convention! La video-registrazione completa della convention sarà presto disponibile in dvd. 

La decisione in merito alla fondazione della Space Renaissance Academy è stato il risultato più importante della nostra convention. È stato deciso un programma, che sarà precisato nelle prossime settimane. Lo step 1 comprende i seguenti passi: 

  1. prepazione di un abstract dello scopo della fondazione e dello statuto 

  2. quando i testi di cui sopra saranno pronti, saranno utilizzati per raccogliere un primo fondo, sufficiente per finanziare sei mesi di attività professionale (principalmente, sviluppo del sito web www.spacerenaissance.org, trovare grandi donatori, costruire la piattaforma finanziaria della fondazione). 

Lo step 2 si estende per tutto il 2009, e vedrà la costruzione della prima scuola di filosofia astronautica.

 

 [007.AA.TDF.2008 - 22.05.2008]